Dal Ghetto a Trastevere

Il ghetto e la sua storia

Ci inoltreremo nelle stradine del Ghetto Ebraico, vivace e storico angolo di Roma, poco distante dal Colosseo ma nascosto dalle folle dei turisti. Ripercorreremo le vicende tristi e indelebili di questo luogo, non più di tre ettari, dove il Papa Paolo V nel 1555 con la bolla cum nimis absurdum, istituì il ghetto ‘serraglio degli ebrei’ limitandone drasticamente le libertà attraverso la revoca di tutti diritti.
Sarà suggestivo addentrarci nei vicoli che ancora oggi sono profondamente intrisi di fascino e storia, dal portico d’Ottavia a via della Reginella raggiungendo la Fontana delle Tartarughe e passando vicino alla Sinagoga fino al lungotevere. Ammireremo le botteghe locali senza perdere l’occasione di assaporare le specialità dolciarie della tradizione giudaico-romanesca.

Trastevere e i suoi vicoli

Ci sposteremo a Trastevere attraversando l’Isola Tiberina dove l’ospedale Fatebenefratelli, istituito nel ‘500, rievoca la tradizione ospedaliera dell’antico tempio romano di Esculapio. A Piazza in Piscinula, così chiamata dalla presenza di un antico stabilimento termale, ammireremo una delle più piccole chiese di Roma: San Benedetto in Piscinula. Ci perderemo nei vicoli del quartiere più autentico e verace della città fino a raggiungere la chiesa di Santa Maria in Trastevere cuore pulsante del rione, e straordinario contenitore di capolavori, tra i quali occorre citare la ricchissima decorazione del catino absidale. Un itinerario da non perdere per coloro che vogliono lasciarsi conquistare da uno dei volti inaspettati della città di Roma, in un percorso non convenzionale ricco di soprese.

  • Camera
  • Video camera
  • Mobile

Non Dimenticare

E’ possibile visitare l’interno delle Chiese rispettando gli orari di apertura e le celebrazioni liturgiche in corso.

  • Guida Certificata
  • Assistenza completa
  • Personalizzazione Tour
  • Non ci sono biglietti di ingresso
  • E’ consigliato un abbigliamento comodo
  • Previsti dei costi extra per le degustazioni