Musei di Villa Torlonia

ssss

La famiglia Torlonia

I musei di villa Torlonia, ci raccontano il prestigio di una famiglia che a cavallo tra il 1700 e il 1800 decise di trasformare una anonima “vigna”, sulla via Nomentana, in una splendida villa suburbana dove stupire ospiti e visitatori attraverso l’unione di splendide forme architettoniche con l’incantevole presenza di vaste aree verdi. Giovanni Torlonia, primo grande nome della famiglia, affida la costruzione del Casino dei Nobili e Casino dei Principi a Giuseppe Valadier, un artista di origine francese, amante delle scenografie e del decorativismo.

Casino Nobile

La visita guidata partirà dal casino Nobile, il palazzo principale dell’intera villa, ne scopriremo gli ambienti ricchissimi di decorazioni in stucco dorato, affreschi e pitture a olio, e ci sembrerà di ascoltare le risa, la musica, e i movimenti veloci della servitù. Faremo conoscenza con i grandi artisti che vi lavorarono, prima fra tutti Antonio Canova esponente massimo del neoclassicismo, resteremo certamente stupiti dal forte eclettismo del casino, dove elementi neorinascimentali si legano all’arte egizia, alla scultura greco-romana e alle ariose pitture ottocentesche.

Casina delle Civette

Il Tour proseguirà con la visita alla suggestiva Casina delle Civette, dimora di Giovanni Torlonia junior, ultimo esponente di spicco della famiglia, che vi risiederà in totale solitudine, fino al 1938 anno della sua morte. Fu questo uomo solitario e particolare a concedere nel 1925 la villa a Benito Mussolini che qui risiedette insieme alla sua famiglia fino al 1943. Frutto di numerosi interventi, originariamente la piccola casina doveva essere un rustico chalet, una capanna svizzera a imitazione di un romitorio di montagna, sarà l’architetto Fasolo a conferire un aspetto liberty a tutto il complesso. La struttura colpisce per la sua esuberante decorazione e per l’attento e meticoloso apparato decorativo composto da logge, balconi porticati, cupolette e splendide vetrate colorate dove emerge la presenza quasi ossessiva della civetta, scelta dallo scontroso Giovanni come totem della sua residenza. Le vetrate, installate dal 1908 e il 1930, svolgono un ruolo centrale nell’edificio aumentandone il fascino e la particolarità e rendendo la casina delle civette un “unicum” nel panorama artistico internazionale.

  • Camera
  • Video camera
  • Mobile

Non Dimenticare

Si ricorda che il biglietto include l’ingresso alla Casina delle Civette, Casino Nobile ed eventuali mostre. Il sito è chiuso il lunedì.

  • Guida Certificata
  • Assistenza completa
  • Personalizzazione Tour
  • Biglietto intero € 9,50
  • Biglietto ridotto € 7
  • Per i residenti è prevista la riduzione di un euro