Area Archeologica del Circo Massimo

circo1

Ludi Circenses

Di recente apertura, l’area archeologica del Circo Massimo offre la possibilità di approfondire diversi aspetti dei “ludi circenses”, i giochi, particolarmente amati dai romani, che ne animavano l’intera struttura e che segnavano una parte consistente della vita quotidiana dei cittadini. Il percorso all’interno degli scavi permette di ripercorrere la lunga storia della Valle Murcia, una zona pianeggiante, lunga circa 600 metri, posizionata tra gli importanti colli Aventino e Palatino.

Corse dei carri

Le sue dimensioni hanno elevata la valle Murcia fin dall’epoca protostorica a sede di antichi culti, e successivamente a luogo privilegiato per eventi di vario tipo: processioni religiose e trionfali ma anche cacce di animali esotici e corse con i carri. Durante la visita guidata oltre a comprendere le strutture architettoniche che costituivano il Circo, ci avvicineremo al mondo delle corse scoprendo chi erano gli aurighi, come si sviluppavano le gare, e quanto alto era il costo per coloro che dovevano divertire e sorprendere il pubblico guidando strutture in legno leggerissime ad altissima velocità.

Arco di Tito

Davvero affascinante sarà inoltre visitare i resti del famoso Arco di Tito, tappa fondamentale per il percorso trionfale dei generali vittoriosi, che dopo averne oltrepassato il fornice centrale si dirigevano verso il Foro romano per concludere la processione sul Campidoglio. Un viaggio emozionante e suggestivo, per delineare la vita dell’edificio per lo spettacolo e lo sport più grande di tutti i tempi, e ammirarne dalla Torre della Moletta la grandiosità e l’imponenza.

  • Camera
  • Video camera
  • Mobile

Non Dimenticare

Il sito è accessibile a persone con disabilità e/o difficoltà motorie.

  • Guida Certificata
  • Assistenza completa
  • Personalizzazione Tour
  • Ingresso consentito previa prenotazione
  • Biglietto intero residenti: € 4,00
  • Biglietto ridotto residenti: € 3,00